<- Record precedente Record successivo ->


Visite: 1126

10 Luglio 2013

“Una solida storia al servizio delle persone più fragili”

Presentazione Bilancio Sociale Consorzio Sol.Co.


Si tiene giovedì 11 luglio a Palermo il convegno sul tema “Una solida storia al servizio delle persone più fragili del mercato del lavoro”. Occasione per presentare il Bilancio sociale del Consorzio Sol.Co.

Il Consorzio Sol.Co. - Rete di Imprese Sociali Siciliane presenta domani, giovedì 11 luglio, nella prestigiosa sede dell’Assemblea Regionale Siciliana la quarta edizione del Bilancio di responsabilità sociale. Un bilancio corposo che rappresenta l’impegno “trasversale” di una Rete Consortile siciliana che oggi conta 11 consorzi territoriali, 3 consorzi di filiera e 113 cooperative sociali e dimostra la sua “solidità” con gli 837.845,00 euro di capitale sociale e i 6.543.111,00 euro di valore della produzione trasferiti per par la maggior pare ai soci (93,43%).

«Una Rete – conferma il presidente Francesco Passatino – che opera per contrastare la crisi e costruire nuove opportunità di lavoro e sviluppo. Questo è stato il motore che ha guidato l’operato e gli investimenti del Consorzio Sol.Co. nell’anno appena passato, attraverso un percorso di crescita che ha consolidato la nostra realtà consortile come una delle più importati reti di imprese sociali, e non solo, in Sicilia e nel Sud Italia».
“Una solida storia al servizio delle persone più fragili del mercato del lavoro”, è il tema che la Rete Sol.Co ha scelto per l’edizione 2012 sintetizzando l’obiettivo primario delle imprese che ne fanno parte ed evidenziando l’emergenza più evidente in una regione – la Sicilia - che nello studio presentato ieri dalla Fondazione RES è definita “in recessione” e dove la disoccupazione giovanile supera il 51%.

Tanti i progetti e le best practice raccontati nel Bilancio 2012, dai programmi strutturati per l’inserimento lavorativo e la formazione, ai piani per l’integrazione degli immigrati e per i giovani fino alle sperimentazioni tecnologiche applicate alle cure domiciliari che consentono – con un modello estremamente innovativo - un notevole contenimento dei costi nella presa in carico del paziente, una maggiore appropriatezza degli accessi ospedalieri offrendo quell’importante passaggio tra il “to Cure ed il to Care”.

Insieme al bilancio 2012 saranno resi noti anche i dati relativi al primo anno di attività della Fondazione Èbbene, una struttura dal cuore siciliano che opera in tutta Italia dedicandosi alle attività di servizio e di solidarietà sociale attraverso i “Centri e i Luoghi di Prossimità” sintetizzando e sperimentando un nuovo modello di welfare. Nel suo primo anno la Fondazione Èbbene con i suoi 17 Centri, le 56 convenzioni con strutture d’offerta private e le 55 convenzioni con enti pubblici ha sostenuto 5000 famiglie rispondendo ai bisogni di più di 20mila persone.

Durante la presentazione del Bilancio Sociale 2012 La Fondazione Èbbene e la Rete Sol.Co stipuleranno un protocollo d’intesa con La Croce Rossa Italiana (Comitato Regionale della Sicilia) in virtù del quale le tre organizzazioni si impegneranno – mantenendo la propria autonomia – a collaborare congiuntamente su aree di interesse comune promuovendo iniziative di formazione, sensibilizzazione, ricerca e progettazione.

Fonte: www.vita.it/non-profit/cooperative-sociali/in-un-convegno-il-servizio-alle-persone-pi-fragili.html

La pagina ha impiegato 0.0173 secondi